Breaking News
  • 11/03/2020 14:58
    Benin: Mascherine in regalo ai villaggi per proteggersi dal virus
  • 12/11/2018 18:08
    Christmas Charity Ball 2018: al via l iniziativa natalizia
  • 12/11/2018 17:20
    Christmas Charity Ball 2018
  • 30/09/2018 21:11
    test
  • 05/09/2018 16:22
    Attivato servizio breaking news

Alfred è uno dei 22 insegnanti della Stanford Primary School, anch'egli costretto ad abbandonare l'attività lavorativa ed il programma di studi che stava fornendo ai giovani studenti a causa della pandemia COVID-19

Alfred insegna la materia delle scienze nelle classi 6 e 7; la sua principale preoccupazione durante questo periodo ha riguardato il futuro dei suoi alunni; su come avrebbero potuto sostenere gli esami nazionali a seguito di un cosi prolungato periodo di assenza dalle lezioni in classe.
Così, insieme al direttore Moses Omara, ha continuato a lavorare da casa, per come ha potuto, per non far mancare i programmi di studio da fornire agli alunni, specialmente a coloro che in questo periodo si troveranno ad affrontare gli esami nazionali per il passaggio alle classi successive.
-------
Alfred è sposato ed ha 3 figli, con lo stipendio che ha continuato a percepire anche in questo periodo difficile (circa 60€ mensili) grazie al progetto di sostegno scolastico che la nostra associazione sta portando avanti per l'intero anno scolastico 2019-2020, è riuscito a non far mancare il sostentamento alla sua famiglia nonostante la vita in Uganda è diventata particolarmente difficile a causa dell'aumento dei prezzi e del costo della vita dovuto alla pandemia in corso.

Questo il suo messaggio di ringraziamento agli 'angeli donatori' della Stanford:

"During the pandemic I spent most of the time organizing work for the children (Primary seven candidates) which was distributed out by our dear Director Mr. Omara Moses. With the salary that I have been earning, I used it to sparsely support my family in terms of buying food, medication etc.

I thank all Donors for your continued support I pray that you continue with the same support.

We love you all. God bless you."

ALFRED CHARLES