Maria è la bambina russa affetta da sindrome di RETT alla quale nel settembre 2016 abbiamo donato qualche speranza offrendole la possibilità di acquistare un computer nuovo e performante tramite il quale poter seguire una terapia sperimentale consigliatale da alcuni specialisti inglesi.

Pochi giorni fa, la mamma Olesya Kuzvesova ci ha inviato un messaggio (vedi foto allegata) per informarci su quanto sia stato utile questo gesto per loro e su come procede la terapia della piccola, testimoniata anche dal video registrato dalla mamma durante le attività che la piccola svolge con le specifiche applicazioni.

Di seguito vi trasmettiamo la traduzione in italiano del messaggio della madre, cosi come ella stessa ha provveduto a tradurre con i sistemi di traduzione automatici per una nostra maggiore comprensione:

"Caro Francesco e tutti soci dell'associazione, al nome mio e della mia figlia Maria Vi vogliamo ringraziare per il vostro aiuto e l'interesse dimostrato nei nostri confronti. Con il vostro aiuto abbiamo avuto la possibilità di comprare finalmente un computer speciale per Maria, che le aiuta tanto a sviluppare i suoi sensi sia visivi e anche tatto. Per sfortuna io non conosco la vostra lingua e vi scrivo tramite il traduttore so che ci saranno dei errori e non posso esprimere il mio pensiero. Sono molto felice per la possibilità data da voi non solo a mia figlia Maria ma anche al mio figlio che è autistico di usare questo computer. Il padre dei bambini è risultato debole ai problemi dei bambini e ci ha lasciati 4 anni fa. I centri di beneficenza che ci sono sul posto non hanno mai preso in considerazione le nostre necessità, invece voi ci avete preso a cuore venendo da un'altro paese e non conoscendoci ci avete aiutato, dai soldi che ci avete donato siamo riusciti a comprare non solo il PC che serviva ma anche un tavolo da PC che ci serviva. Avendo una stanza piccola e non avendo spazio in ogni caso ci siamo organizzati e lo abbiamo messo. Grazie a tutti per l'affetto dimostrato e l'attenzione nei nostri confronti"